Ordine Italiano Inglese Spagnolo
Home
Profilo
News
Artisti
Catalogo
Musica Antica
Musica Classica
Edizione Speciale
Musica Tradizionale
Musica Mediterranea
Musica Jazz
Contatti
Eventi
Links
Rassegna Stampa
Profilo
News
Artisti
Catalogo
Musica Pop
Musica Dance
Edizioni Speciali
Musica Rock-Blues
Contatti
Eventi
Links
Rassegna Stampa
Profilo
News
Artisti
Catalogo
Musica Religiosa
Il Musical
Contatti
Eventi
Links
Rassegna Stampa
Edizione Speciale
Edizione Speciale


Titolo: ALLEGRO CONFUSO... MA NON TROPPO
Autore: DOSTO & YEVSKI
Artista: Dosto & Yevski

DVD SPETTACOLO
Dosto & Yevski, vincitori del premiotelevisivo “BRAVO GRAZIE” 2007 in o­nda su Rai Due,
tornano con un nuovo funambolico, esilarante e virtuosistico spettacolo intitolato: Allegro confuso… ma non troppo.

Questa volta sono alle prese con un palcoscenico che sembra vivere di vita propria, nella determinazione di rendere impossibile la loro performance.

In questo catastrofico scenario si inseriscono altri personaggi, quelli che in teatro stanno abitualmente dietro le quinte, ovvero “i tecnici”. Prima della lista una sarta, Donna Olimpia, che non sopporta lo stress del suo lavoro: il suo sogno è cantare, ma non riuscendoci, si rifugia nel bere dando luogo a numeriad “alta gradazione”.

Ad aiutare (per così dire) i malcapitati musicisti ecco spuntare due improbabili tecnici, Blek e N’Deker, un macchinista e un elettricista che più strani non si può. Tre incredibili personaggi, forse tecnici, forse attori, forse mimi o sono stati mandati dalla concorrenza a boicottare il nuovo spettacolo di Dosto & Yevski.

Solo alla fine, dopo 80 minuti di martellanti follie, elettrizzante divertimento e continui taglia & cuci musicali scopriremo chi sono i personaggi.

Ottimo prodotto per la didattica nelle scuole


1°  RISTAMPA

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: FIRST MUSIC BOOK
Autore: Gianluca Podio
Artista: ensemble CONCENTUS ROMAE

"First Music Book è un itinerario ideale, una raccolta di composizioni legate fra loro da un progetto di base: unire la comunicazione musicale alla forza del flusso emozionale che guida il compositore nei suoi percorsi creativi. Per far questo ho utilizzato anche alcuni frammenti musicali estrapolati da altri autori (in “Les nouveaux mouvements” da alcune sonate di D. Scarlatti ad esempio) favorendo una riconoscibilità percettiva di alcuni frammenti musicali che però ho condotto in altre direzioni strutturali. Ho cercato sin dall’inizio di esprimere il libero fluire delle emozioni e delle immagini mentali associate ad esse che sono all’origine del mio pensiero compositivo. Il recupero di antiche modalità operative, ad esempio un’antica melodia trobadorica utilizzata in “Chant de paix”, fa parte di una rilettura più ampia, che pone il materiale di base in una nuova ottica strutturale."

Gianluca Podio

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: L'IGUANA
Autore: Roberto Caravella
Artista: Roberto Caravella e IL CANTIERE DELLE MUSE
Colonna sonora del film "L'IGUANA" per la regia di Catherine McGilvray, tratto dall'omonimo romanzo di Anna Maria Ortese.

“Due incontri decisivi e importanti: il racconto di Annamaria Ortese e il film di Catherine Mc Gilvray. Dal primo momento mi è stato chiaro l’intento, non dichiarato apertamente, di portare il simbolo, la metafora, l’archetipo, fino alla soglia della coscienza affinchè ribollisse nella laguna delle emozioni e della memoria. Un compito non facile, ma sostenuto con grande coraggio, convincimento e dedizione, da un piccolo esercito di abili artisti e tecnici capitanati da questa donna dall’aspetto fragile e schivo soltanto in apparenza; con lei l’intesa è stata immediata e sicura. La preparazione, le riprese, le registrazioni, il missaggio sono stati, nel complesso un’esperienza che ancor oggi si ripresenta alla porta della nostalgia con grande intensità come il sole di quella Sicilia antica e selvatica che ha ospitato le riprese del film. L’iguana ha rappresentato per me una prova d’artista vissuta con grande intensità.”

 

Roberto Caravella

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: DIOMIRA, invisibile
Autore: Nicola Alesini
Artista: Nicola Alesini

Un concept album ispirato al libro "Città Invisibili" di Italo Calvino, per l'ascoltatore un viaggio nell'immaginario di Nicola Alesini, dove "impressione" e "ricordo" diventano suono.

"Luoghi del tutto irreali, meravigliosamente senza tempo nè spazio. E, ancora una volta, stipati di musica che sa graffiare l'anima con unghie di velluto."

SUONO, Dicembre 2003

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: RABINDRANATH TAGORE, SELECTED SONGS
Autore: Rabindranath Tagore
Artista: Reba Som

Rabindranath Tagore (Calcutta 1861 - Santi Niketan, Bolpur 1941) fu poeta, prosatore, drammaturgo, musicista, pittore e filosofo. Rappresentò la voce dell'India moderna e indipendente per la quale lottò, oltre che con la sua arte, con un fiero comportamento politico. Come compositore (compose oltre 2.200 canzoni) e pittore riscosse un notevole successo a New York e in Europa. Le sue liriche gli valsero nel 1913 il premio Nobel per la letteratura.

Reba Som è una delle più qualificate interpreti del repertorio musicale di Tagore. Per questo suo primo CD ha selezionato una serie di brani che ha cantato in lingua bengali nell'assoluto rispetto delle forme tradizionali e che ha per la prima volta tradotto in lingua inglese. Per le registrazioni hanno partecipato musicisti importanti come Kamal Sabri (figlio del celebre Ustad Sabri Khan) alla viella sarangi e Gianni Ricchizzi ai liuti tradizionali dell'India. Il repertorio è inedito in Occidente.

“Con questo bellissimo CD, la scrittrice e musicista bengalese Reba Som ci propone un’accurata selezione di dodici tra gli oltre duemila motivi composti da Rabindranath Tagore (1861-1941), premio Nobel per la letteratura nel 1913 (…) R. Som è accompagnata da Kamal Sabri (sarangi), Gianni Ricchizzi (sitar, surbahar, vichitra veena), Rashmi Batth (tabla). Tutti molto bravi e affiatati.”


WORLD MUSIC, Gennaio-Febbraio 2004



 

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: DOSTO & YEVSKI
Autore: AAVV
Artista: Dosto & Yevski

"Giocare con la musica è una delle cose più divertenti e insieme più difficili che esistano, e infatti quasi nessuno riesce a farlo decentemente perché bisogna essere molto bravi, molto colti, molto disinvolti e molto ricchi di humour e ironia, come dire quattro qualità che convergono raramente. Che vuol dire giocare con la musica? Trasformarla, elaborarla, scoprire le suggestioni più curiose, i profumi e i sorrisi nascosti, tirar fuori da ogni composizione l’essenza e i gli aspetti più gustosi, e magari stravolgere tutto mescolando senza pudore Bach e i Beatles, Stravinskij e le canzonette che la gente fischia sotto la doccia. Lo sanno fare in pochi, e Dosto e Yevski fanno parte di questa specie che andrebbe protetta dal Wwf."

F. Zampa

2° RISTAMPA

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: ENEIDE
Autore: Matteo Belli, Paolo Vivaldi
Artista: Matteo Belli, Paolo Vivaldi

Un viaggio sonoro nel IV Libro dell'Eneide del poeta latino Publio Virgilio Marone (I secolo a. C.), la raffinata lettura musicale di Paolo Vivaldi si fonde alla penetrante voce dell'attore Matteo Belli il quale offre una versione del testo estremamente suggestiva e vibrante.

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: LE DONNE, I CAVALLIER, L'ARME, GLI AMORI
Autore: Paolo Vivaldi
Artista: Paolo Vivaldi e l'ensemble Bradamante

L'idea di questo CD nasce dalla recente esperienza dell'Orlando Furioso in forma di letture per voci recitanti e piccola orchestra da camera, presentate dall’ETI nei luoghi d'arte della Capitale con la regia di Ruggero Cappuccio. Sull'onda del successo di questo lavoro teatrale Paolo Vivaldi e l'Ensemble Bradamante propongono una lettura solo musicale del poema. Ispirato dalle suggestioni di un Oriente immaginario, Paolo Vivaldi ha posto la sua musica in una dimensione aperta tra culture e spazi temporali, guidando l'ascoltatore in lidi di battaglie, castelli incantati, lontani boschi e luoghi di un'Asia fantastica dove le anime si sfiorano, si perdono, si ritrovano. Un incontro di culture tradotto in un attuale linguaggio musicale in cui la tradizione eurocolta e quelle classiche dell'India e della Persia si susseguono, per integrarsi, in un ventaglio di possibilità di dialogo. Alle melodie della piccola orchestra da camera si accostano, infatti, raga della musica classica indiana (cantati con l'accompagnamento della tampura, il caratteristico liuto di bordone) e brani della tradizione persiana eseguiti ai liuti tar e setar. con l'accompagnamento ritmico dei tamburi zarb e daff.


“I favolosi luoghi in cui si battono e si amano Agramonte, Angelica, Orlando, Medoro, Marfisa, Astolfo, Bradamante, vengono evocati da 16 brani ispirati alla tradizione musicale persiana e indiana, attraverso cui si cerca di riappropriarsi in termini estetici di un mondo, che le crudeli vicende contemporanee ci presentano nella luce peggiore: in questi brani, le voci accompagnate dagli antichi strumenti spalancano gli orizzonti affascinanti di un mondo favoloso, privo di contorni reali.”


IL GIORNALE D’ITALIA, Aprile 2002

  Maggiori informazioni
Edizione Speciale

Ascolta il brano  
Titolo: SERENATA PASSACAGLIA
Autore: Debussy, Khatchaturian, Angulo, Piazzolla, Morricone, Mereu
Artista: Ensemble Mereuer

In questi tempi di estrema ricerca filologica sulle tipologie strumentali ed esecutive del Rinascimento o del Barocco, giunge opportuna una produzione sul Mandolino Moderno, ove per questo si intende il mandolino napoletano con 4 corde doppie di metallo. La domanda è: che cosa si può suonare con questo strumento? L’Ensemble Mereuer risponde al quesito proponendo due soluzioni: l’una, la trascrizione (Debussy, Piazzolla, Katchaturian), continuando così quella tradizione dei primi del ‘900 per cui l’interpretazione di celebri brani con gruppi a plettro era per molti l’unico modo per conoscerli e apprezzarli. L’altra l’esecuzione di brani originali, con le composizioni di Angulo e Mereu, ma soprattutto con il suggestivo brano "Serenata Passacaglia" che Ennio Morricone ha composto e dedicato all’Ensemble.

  Maggiori informazioni